Seconda edizione della Rescue Italia Academy

Il report

Il secondo workshop della  Rescue Italia Academy si è tenuto nelle giornata del 19 e 20 aprile 2019 presso il Bagno “Il Pescatore” di Marina di Pietrasanta.

Edizione che ha visto la presenza di lifeguards provenienti dalla Toscana ed un plotone di tenaci operatori della SICS Firenze.

I partecipanti sono stati suddivisi in due gruppo alternandosi alle prove di Rescue Board con l’istruttore Enrico Carmignani e Rescue Sup con l’istruttore Davide Gaeta.

Momenti di pausa azzerati dai continui richiami degli istruttori a correre e fare flessioni.

I partecipanti hanno potuto verificare l’efficacia del FLOTTER, la cintura gonfiabile, e come riesca a non intralciare i movimenti rendendosi quindi ideale per mettere in sicurezza i lifeguards senza ostacolarne l’azione.

Workshop che ha visto momenti di apprendimento ma soprattutto stress fisico, psicologico ed emotivo con le simulazioni di carattere sanitario volte a riprodurre scenari reali.

Il format che abbiamo ideato alterna momenti di approfondimento ed esperienze di salvataggio. Come il confronto fra i mezzi di salvataggio che si è tenuto nel pomeriggio in cui si sono “sfidati” operatori con rescue can, pattino di salvataggio, rescue board, rescue sup e rescue tube!

E’ il rescue tube ad aggiudicarsi la sfida riuscendo a recuperare per primo il pericolante e a riportarlo per primo a riva.

Grazie ai simulatori sanitari messi a disposizione da Sofrapa, azienda leader nella distribuzione di materiale didattico e simulatori medici per corsi di formazione nell’ambito del primo soccorso e dell’emergenza medica, i partecipanti al workshop hanno avuto modo di provare la manovra di Heimlich sul simulatore ACT, le manovra RCP sul CPRCUBE e sul manichino SHERPA. Sempre Sofrapa ha fornito i manichini Ruth Lee per le prove in acqua rendendo tutto molto più realistico e difficile!

E’ stato il nostro secondo workshop e siamo felici perché siamo riusciti a fare tutto ciò che avevamo sperimentato nel primo ma a renderlo ancora più avvincente e ben integrato. Simulazioni, nuove attrezzature, lavoro in team e team building, questi sono i gli elementi del nostro workshop.

Al termine di questa esperienza abbiamo chiesto ai partecipanti di valutare l’esperienza … e sembra che anche i partecipanti abbiano gradito assegnando punteggi di gradimento globale superiori al 95%! 

[ Le foto più belle sono realizzate da Valentina Tania Cagnoni che ce le ha gentilmente concesse]