La torretta per la sorveglianza del bagnino di salvataggio

La torretta per la sorveglianza (o anche torretta del bagnino) è uno strumento del salvataggio previsto dall’Ordinanza di Balneazione che lo indica come “piattaforma di osservazione sopraelevata dal piano della spiaggia di almeno due metri” lasciando all’assistente bagnanti tutta la libertà di costruirla come meglio crede. Al tempo stesso è anche uno strumento che protegge l’assistente bagnanti dall’eccessiva esposizione dei raggi del sole (raggi UVA e UVB) per cui rientra fra le strumentazioni che tutelano la salute del bagnino.

Ha dei punti di forza indubbi:

  • permette di aumentare e migliorare il raggio visivo dell’assistente bagnanti;
  • permette di isolare il bagnino dal “casino” della spiaggia e farlo concentrare sulla sorveglianza:
  • può fare da riparo per le attrezzature della sorveglianza.
  • protegge l’assistente bagnanti dall’eccessiva esposizione ai raggi del sole (per questo il tettino deve essere di materiale a trame fitte) adempiendo a quanto previsto dalla Legge 81;
  • solleva l’operatore da terra per cui attenua l’effetto del calore dal suolo e rimbalzante dei raggi del sole dalla sabbia adempiendo a quanto previsto dalla Legge 81;

Guardavidas argentini con la loro torretta

Alcuni punti di debolezza :

  • i bambini, le ragazze, gli anziani … insomma … tutti! …  faranno a gara per salirci sopra.
  • se non ben pianificata e realizzata potrebbe richiedere troppo tempo per scendere e far partire il salvataggio.

Lifeguards americani con le celebri torrette alla “Baywatch”

Alcune accortezze:

  • non costruitela troppo vicina alla riva. Altrimenti ad ogni mareggiata vi troverete a ricostruirla;
  • dotatela di uno scivolo frontale così che non dovrete saltare giù ogni volta rischiando di fare la figura del sacco di patate o di slogarvi una caviglia;
  • isolate il corridoio dalla torretta alla riva con paletti, corde, birilli … insomma area no limits .. così che potrete sfrecciare in acqua per il salvataggio.
  • non costruite una “casamatta della seconda guerra mondiale” … altrimenti vi troverete a smontarla in mezzo alla stagione proprio come è successo a Lido di Camaiore qualche anno fa.

Il seggiolone all’americana. Al contrario di quanto si creda, la maggior parte dei lifeguards americani svolge la sorveglianza su un seggiolone di legno. A volte anche senza ombrellone.

Il top per quanto riguarda le torrette sono gli americani di Surveyor Lifeguard Towers. Le fanno in vetroresina ed hanno dei costi importanti.

Per il nostro shop abbiamo deciso di dotarci di due strumenti comodi ed affidabili che rispondono a due distinte esigenze. Una torretta di legno, robusta e affidabile. Da montare a inizio stagione e rimuovere alla fine. Resistente e che richiede una manutenzione minima.

L’altro strumento è una comoda soluzione, estremamente pratica  rappresentata dal seggiolone per assistenti bagnanti in alluminio. Da portare a riva al mattino e riportare in ufficio alla sera. Pensata per quelle spiagge che hanno un afflusso straordinario in determinati momenti e che richiedono al bagnino di collocarsi sopra la folla.