Riconoscere le correnti marine come un bagnino di salvataggio

Le correnti marine sono uno dei fenomeni più affascinanti del mare. Impariamo a “leggerle” come un bagnino di salvataggio sa fare!

Quando le onde rompono su una spiaggia portano nuova acqua sulla riva. Una volta che l’acqua raggiunge la riva deve trovare un modo di tornare a largo. Lo fa scorrendo sotto la superficie e creando dei canali nella sabbia, questi canali vengono chiamati correnti di ritorno, o risacca (in inglese rip currents).

Le correnti sono una delle principali cause di pericolo sulle nostre spiagge. Le forti correnti di ritorno possono, in molti casi, condurre ad un annegamento quando il nuotatore tenta di combattere la corrente nuotando direttamente verso la riva, si stanca ed entra nel panico.

Le correnti di ritorno possono essere mortali in questi casi un cui una persona che non sa nuotare e con l’acqua all’altezza del petto viene portata in acque più profonde dalla corrente.

COME INDIVIDUARE UNA CORRENTE DI RITORNO

I segnali chiave che indicano una corrente di ritorno sono:

  • Acqua scura (quindi più profonda)
  • Zona più calma dove rompono meno onde
  • A volte presenta una superficie color sabbia
  • A volte in superficie si possono vedere rifiuti o alghe
  • Di solito ai lati di un banco di sabbia  (secca) dove rompono le onde

DIVERSI TIPI DI CORRENTE

Il tipo più comune di corrente di ritorno sono le correnti FISSE che presentano canali più profondi fra le secche ed hanno durata di giorni, settimane e anche mesi. La misura e la forma del canale della corrente può cambiare durante il tempo ma la posizione del canale non cambia. E’ importante notare che la direzione della corrente non è necessariamente perpendicolare alla spiaggia. Queste correnti possono variare nella larghezza da pochi metri a decine.

 

Correnti FLASH, che sono anche conosciute come ad “alta energia”, “erosionali” si manifestano quando le condizioni delle onde aumentano improvvisamente, o durante le tempeste, quando il livello del mare aumenta improvvisamente causando una temporanea corrente di ritorno. Le correnti flash possono comparire e riapparire in differenti luoghi lungo la spiaggia, solitamente durante le potenti mareggiate.

Rescue Italia_Corrente Improvvisa1Rescue Italia_Corrente Improvvisa2

Le correnti LOCALI sono molto comuni e solitamente semi permanenti in luogo in relazione a strutture installate sul fondale come pennelli, banchine, pontili, moli o scogliere.

Rescue Italia_Corrente Locale1Rescue Italia_Corrente Locale2

Le MEGA correnti sono larghe correnti che si sviluppano durante periodi d’intensa attività ondosa. Sono il motivo principale dell’erosione costiera e muovono una vasta quantità d’acqua a largo in un breve periodo di tempo. Dato che avvengono quando le condizioni marine sono particolarmente potenti raramente riescono a mettere in pericolo i nuotatori.

Rescue Italia_Mega Corrente

FORMAZIONE E CARATTERISTICHE DELLE CORRENTI MARINE

L’esistenza delle correnti di ritorno è principalmente legata al modo in cui le onde impattano sulla spiaggia. Il livello dell’acqua sale sempre nelle vicinanze del punto di rottura delle onde. Questo fenomeno è chiamato “marea da onda” ed è quasi impossibile da osservare ad occhio nudo.

Il fatto che dove le onde rompano vicino alla spiaggia porta ad avere sempre un livello d’acqua più alto rispetto al livello che c’è a largo. Perciò fino a che le onde rompono. c’è sempre la tendenza per l’acqua a scorrere dalla marea alta a quella bassa. I livelli dell’acqua sono anche più alti sopra le secche ed i reef dato che in questi punti si rompono le onde e sono più bassi nelle buche e canali. Per la presenza delle diverse conformazioni del suolo tende a creare variazioni lungo la costa con differenti correnti, banchi di sabbia e canali.

Una classica corrente di ritorno è formata da 3 componenti:

1). una corrente d’alimentazione che trasporta acqua parallelamente alla spiaggia vicino alla rive.

2). una corrente trasversale alla spiaggia che trasporta acqua velocemente al largo nata dall’incontro di due correnti d’alimentazione.

3). la testa della corrente, a largo. In questo punto la corrente diminuisce d’intensità ed è riconoscibile dal colore sabbia e dal gorgoglio superficiale.

Rescue Italia_Schema CorrenteRescue Italia_Schema Corrente2

Alcune ricerche contemporanee hanno messo in questione la frequenza di questi modelli riguardo le correnti di ritorno e spesso, in effetti, è più probabile trovare modelli di corrente mista. Una cosa è sicura per tutti gli studiosi le correnti sono spesso imprevedibili per questo dobbiamo sapere come comportarci!

Rescue Italia_Schema Corrente3

Fonte: Beach Safe