La canotta dry & fit Rescue Italia, un utile alleato

Canotta tradizionale vs Canotta Tecnica dry & fit


La mission di Rescue Italia è portare avanti ed innovare la grande tradizione del salvataggio. Questo vuol dire parlare del salvataggio, della sua storia e con uno sguardo al futuro. Le lunghe giornate di sorveglianza ci hanno spinto a cercare un prodotto nuovo in grado di affrontare al meglio le giornate più torride. Dopo una lunga ricerca … l’abbiamo trovato: la canotta tecnica di Rescue Italia! 

Ideale per le giornate torride è traspirante e leggera.

Si modella sul corpo e questa la rende perfetta in caso d’interventi in mare. Si asciuga rapidamente.

  • 100% poliestere.
  • Tessuto morbido e traspirante Dry&Fit che facilità l’espulsione del sudore verso l’esterno, lasciandoti sempre asciutto, comodo e leggero, evitandoti inoltre i fastidiosi sfregamenti sulla pelle.
  • Morbidezza massima grazie al tessuto DrySens. Ti terrà sempre asciutto e leggero grazie alla capacità di assorbire il sudore ed espellerlo all’esterno evitandoti gli sfregamenti sulla pelle.
  • Si adatta al corpo grazie al disegno ergonomico agevolando il rendimento.
  • Cuciture rinforzate.
  • Cuciture laterali.

Nella foto abbiamo messo a confronto la nuova canotta tecnica con la canotta classica di cotone che è pur sempre un ottimo prodotto ma non tiene al paragone risulta infatti molto più pesante, veste a “sacchetto” e ci mette una vita ad asciugarsi!

Puoi acquistare la Canotta Tecnica Rescue Italia a questo link . Se hai bisogno di più di 5 unità … scrivici e ne parleremo insieme!

E’ arrivata sullo shop di Rescue Italia anche la t-shirt tecnica, super leggera e confortevole.

Daniele

La utilizzo sempre, anche per esercitarmi sulla Rescue Board … è leggera come una sottomuta!

Daniele
Luca

Sono un bagnino Old School … ma quando ho provato la tecnica di Rescue Italia ho detto FINALMENTE!

Luca
Maicol

Nelle giornate più ventilate è come non avere la canottiera!

Maicol
Paolo

Ho scoperto la tecnica di Rescue Italia la scorsa estate … non la mollo più!

Paolo