Bollettino del Bagnino

Estate 2017

Magari qualcuno ci contraddirà ma dalla nascita di Rescue Italia e a memoria personale, quella del 2017 è stata una delle estati più drammatiche che si ricordi. Nonostante l’assenza di grandi perturbazioni nei mesi centrali e di conseguenza il numero limitato di mareggiate (sopratutto sulla costa ovest) la sorte ha voluto che le giornate di onde e corrente si verificassero sopratutto nei fine settimana aumentando esponenzialmente il rischio di incidenti.

Si è registrato un numero elevatissimo di annegamenti verificatosi sopratutto (al 90%) in spiagge libere non sorvegliate e in corsi d’acqua dolce (laghi e fiumi non sorvegliati da personale qualificato come assistente bagnanti).

La raccolta di salvataggi che proponiamo di seguito è solo un’esigua parte di quelli avvenuti che a loro volta sono soltanto la punta dell’iceberg dell’attività del bagnino di salvataggio fatta all’80% (e più) di prevenzione.

17 giugno – Salvataggio a Forte dei Marmi 

17 giugno – Tragedia sfiorata a Vicenza 

23 giugno – Salvataggio in extremis nella piscina di uno stabilimento balneare a Livorno 

Più volte lungo la costa tirrenica nella zona compresa tra Livorno e Grosseto vengono avvistati squali. 

29 giugno – Salvataggi multipli a Capaccio

2 luglio – Salvataggio di due ragazzi a Tarquinia, i bagnini protagonisti del salvataggio vengono successivamente premiati dal Sindaco. 

2 luglio – Salvataggio multiplo a Rosignano 

11 luglio – Signora salvata in un piscina di un bagno di Viareggio 

14 luglio – Un ragazzo speciale e campione di nuoto compie un salvataggio a Sabaudia.

25 luglio – Un militare della CP interviene per un salvataggio in extremis su una spiaggia non pattugliata

7 agosto – Doppio salvataggio a Ravenna

10 agosto – Salvataggio multiplo a Lido di Camaiore

15 agosto – Salvato dall’annegamento un giovane colpito da attacco epilettico a Ferrara

29 agosto – Salvataggio a Riva Ligure

La tragica serie di annegamenti che andiamo a dare qua sotto rappresenta un campanello d’allarme.

6 giugno – Un ventiseienne perde la vita durante un bagno 

7 giugno- Un giovane muore mentre cerca di aiutare una ragazza tra San Salvo e Montenero

20 giugno – Annegamento a Torre del Lago

20 giugno – Due annegati a Jesolo 

25 giugno – due bambini annegano in un lago nelle vicinanze di Novara

29 giugno – Tragico bilancio a Savona, un annegato durante la mareggiata.

3 luglio – Annega un bambino in piscina a Piacenza 

3 luglio – Annega un giovane nella spiaggia sarda di Piscinas

5 luglio – Muore annegato un giovane turista tedesco a Vieste

14 luglio – Dramma a Balai annega un ventenne di Sassari 

15 luglio – Tragedia a Palinuro 

16 luglio – Annega una giovane operatrice sociale per salvare due ragazzi 

17 luglio – Rischia l’annegamento un bambino a Battipaglia

18 luglio – Due morti annegati ad Ostuni 

18 luglio – Un annegato a Finale Ligure

31 luglio – Tragedia a Fiumetto (Versilia)

11 agosto – Annegamento a Castellabate

11 agosto – Annegamento a Sorrento 

13 settembre – Annega un turista a Torre Mozza

L’estate 2017 resterà a tutti gli assistenti bagnanti ben impressa perché è l’estate che ha visto l’annegamento di un bagnino in servizio. Il 7 agosto, infatti, a Torrette di Fano annegava il bagnino Pierluigi Ricci detto “Bigio” dopo aver salvato tre pericolanti.

A lui, a tutti i colleghi che hanno dato il massimo in questa calda estate 2017 è dedicato questo articolo.