Bagnini spagnoli in soccorso ai naufraghi siriani

Isola di Lesbo /Grecia. La compagnia catalana di sicurezza acquatica Pro Activa si trova nell’isola greca di Lesbo per prestare aiuto ai profughi siriani che quotidianamente tentanto di raggiungere le spiagge greche partendo dalla vicina Turchia.

E’ dal 17 settembre che, terminata la stagione, hanno deciso di andare a prestare il loro aiuto volontario. Il giorno stesso del loro arrivo nella piccola isola greca hanno cominciato a salvare persone. L’isola di Lesbo si trova a 5/6 miglia dalla Turchia, è per questo che viene utilizzata come principale meta dello sbarco di profughi che stanno sfuggendo dalla guerra civile. L’isola presenta 17 chilometri di costa nella parte nord. E’ qui che avvengono la maggior parte degli sbarchi, pattugliarla interamente non è certo semplice.

Uno dei maggiori problemi è rappresentato dalla tipologia di imbarcazioni utilizzate per la traversata: sono mezzi molto vecchi e totalmente precari che imbarcano acqua ed hanno una manovrabilità molto limitata. Al momento arrivano 15/20 imbarcazioni al giorno contenenti circa 1000/1500 profughi. Fra questi si contano moltissimi bambini.

La Guardia Costiera greca di stanza nell’isola non ha sufficienti mezzi e personale per cui il supporto di questa squadra di bagnini spagnoli si sta rivelando fondamentale al salvataggio dei naufraghi.

Pro Activa ha bisogno di fondi per mantenere il team sull’isola e per rifornire i mezzi. Una donazione, anche piccola, può voler dire molto. 

 

Per saperne di più:

Articolo de El Pais 

Articolo di Perfil.com

Articolo di Pressdigital.com

Intervista audio ad uno dei coordinatori 

Galleria fotografica sugli sbarchi